Gerard Depardieu entusiasta del Montenegro

A A A
Tasso >

Il famoso attore francese Gerard Depardieu, la cui performance di recitazione hanno segnato il panorama cinematografico internazionale alla fine del 20 e all’inizio del 21 secolo, soggiorna in Montenegro.

Solo un pomeriggio è stato sufficiente al Montenegro per entusiasmare Gerard Depardieu. Gli è piaciuta la nostra costa, ed in meno di mezz'ora dal mare è arrivato sul Lovćen, ha visitato il Mausoleo e molti altri monumenti storici. Ha assaggiato il vino Krstač del Montenegro e lo ha apprezzato. Ha sottolineato che del Montenegro avrà solo buoni ricordi.

"Io non parlo Montenegrino, ma conosco la vostra cultura e la cultura in generale dei Balcani, che è molto vaia e vasta. Il Montenegro non è piccolo, è enorme perché ha una cultura enorme. Forse è poco esteso, ma è un grande paese d'Europa."

Il famoso attore francese è stato accolto dal primo ministro Milo Đukanović e dal ministro della Cultura Branislav Mićunović. Đukanović ha detto che Depardieu ha annunciato il suo arrivo anche nel mese di dicembre, e gli ha augurato di risiedere più spesso  nel nostro paese.

"Siamo lieti che il Montenegro meriti l’interesse così prezioso di persone come il signor Depardieu. In un'epoca di globalizzazione in questo modo possiamo contribuire affinché  il Montenegro con tutti i suoi specifici valori si posizioni meglio nel processo di integrazione." ha detto Đukanović.

Đukanović ha detto che il fatto che Depardieu sarà l'ambasciatore della cultura montenegrina contribuirà all’ulteriore promozione del Montenegro sulla scena internazionale.

Il direttore dell’ONT Saša Radović: Ci aspettiamo una buona stagione invernale

La stagione invernale è iniziata in anticipo, grazie alla buona quantità di neve e alle modalità interessanti in alberghi e case private, e per questo si prevede per il futuro un trend positivo. Secondo il direttore del Organizzazione nazionale del Turismo ONT  Saša Radović. "La stagione invernale di quest'anno è iniziata prima di quella precedente, e durante gli ultimi due fine settimana dello scorso anno nelle aree sciistiche, ci sono stati circa 1.500 visitatori, fatto che annuncia un buon interesse per tutto il resto della stagione", ha detto Radović all’agenzia MINA.

L’offerta dei villaggi turistici invernali, come ha citato, è competitiva rispetto a quella regionale e gli albergatori e ristoratori hanno preparato una serie di programmi interessanti con ribassi di prezzo per il periodo dopo le feste di Capodanno. "Le strade che portano alle zone sciistiche avranno una priorità per la manutenzione e la fornitura elettrica è attrezzata per condizioni difficili", ha detto Radović. I prezzi a Kolasin partono da otto euro in alloggi privati, 25 euro in piccoli alberghi fino a 47 euro per la mezza pensione per persona all’hotel Bianca. Lo skipass per tutto il giorno è di 20 euro, e di mezza giornata 12 euro. "Gli albergatori e ristoratori Žabljak dopo le vacanze offriranno uno sconto del 20 per cento, cioè otto euro in alloggio privato e da 25 a 50 euro per la mezza pensione in albergo, a seconda della categoria dell'hotel e della qualità del servizio", ha ricordato Radović. Il prezzo di uno skipass giornaliero alla stazione sciistica Savin Kuk è di 15 euro, e alle stazioni sciistiche Javorovača € 8 e € 5 per i bambini. Solo Vučje però offre la comodità di sistemazioni nella località sciistica a prezzi che vanno da 24 a 35 euro mezza pensione con skipass incluso. Questa stazione sciistica offre speciali prezzi per scuola di sci da 25 euro dove è incluso 'allenamento, noleggio di attrezzature  e skipass.

Radović ha detto che l'offerta durante le vacanze di fine anno era varia, sia negli alberghi sia per le strade di Budva e Kotor. Secondo lui, la sintesi dei risultati delle operazioni finanziarie e fisiche mostrano che l'anno scorso ha mantenuto una tendenza di crescita, nonostante le sfide che il turismo ha affrontato a causa della crisi economica. "Si stima che fino alla fine dello scorso anno, il Montenegro sia stato visitato da 1,5 milioni di turisti, cinque per cento in più rispetto allo stesso periodo del 2011, mentre le notti realizzate saranno più di nove milioni, quattro per cento in più", ha detto Radović. Stime della Banca centrale indicano che il piano di 700 milioni di euro di reddito è stato realizzato e superato, dal momento che in dieci mesi dello scorso anno dal turismo sono stati ricavati € 690.000.000, con un incremento del 4,2 per cento in confronto a dieci mesi del 2011. Secondo lui, quest'anno sarà molto delicato per la ONT se si considera che i fondi stanziati per le attività dell'organizzazione sono stati diminuiti di un quinto e, nonostante gli sforzi che si faranno, ci dovrà essere una riflessione sulla gestione del volume di attività.