La città vecchia di Herceg Novi

 
Dai un voto >

Questa città fu fondata dal re bosniaco Tvrtko I Kotromanovic nella Baia di Topla nel 1382 e le diede il nome di Santo Stefano. La città venne costruita con lo scopo di stabilire legami commerciali con i paesi confinanti e per rivaleggiare con Dubrovnik.

Poiché fu l’ultima città ad essere fondata sulla costa adriatica venne ribattezzata Novi, che significa “l’ultima, la più recente”. Il suo nome attuale risale all’epoca in cui la città era governata dall'Hertzeg (Duca) Stjepan Vukcic Kosace, periodo in cui la città era molto fiorente. La sua storia rispecchia le varie dominazioni dei grandi imperi in queste terre: nel XV secolo venne conquistata dai turchi, nel XVII secolo dai veneziani, nel XVIII secolo dagli austro-ungarici, il cui dominio si protrasse fino al 1918 e fino alla creazione del Regno di Jugoslavia. Il centro storico venne costruito gradualmente. Per affrontare i pericoli del mare, venne circondata da possenti mura, costruite nel XIV-XIX secolo, con l'annessa fortezza difensiva di Forte Mare del XIV secolo (che attualmente è un cinema all’aperto). Il Kanli Kula risale all’epoca dell’occupazione turca, nel XV secolo (oggi è teatro all’aperto). Herceg Novi viene abbellita anche dalla torre Espaniola, e dalla Torre dell'orologio. Del periodo del dominio veneziano rimane il Monastero di San Francesco con l'annesso l’ospedale.

Comments (0)