Le grotte più belle in Montenegro: La vita pietrificata di fronte alla quale si rimane senza fiato

A A A
Tasso >

Quando uno si trova tra stalattiti e stalagmiti, pensa che tutto questo possa prendere vita, ma non sa come, con quale movimento. Nemmeno i più grandi artisti sarebbero in grado di progettare lo spazio come lo vede una persona che entra nella grotta. A volte, il tempo che si ha non è sufficiente per guardare abbastanza la decorazioni di terra surreali, colorate di diversi colori,una vita pietrificata. Quando siete in piedi tra stalattiti e stalagmiti, pensate che tutto questo possa prendere vita, ma non sa come, con quale movimento. Una cosa è certa, molte persone, se si trovassero nelle viscere della terra, rimarrebbero a corto di fiato, ma i veri fan del mondo sotterraneo credono che renderlo disponibile sarebbe come distruggerlo. Alcuni rimarrebbero nelle grotte fuggendo dal mondo devastato di superficie.

La bellezza del mondo sotterrane

Questo fine settimana, vi presentiamo altre 5 grotte.

Grotta Lipska

Nel villaggio di Cetinje Dobrska sulla cresta Belvedere c’è la grotta Lipska, scoperta nel 19-simo secolo. Nonostante fosse stata valorizzata già dai tempi di re Nicola, questa grotta adesso non è aperta ai visitatori. Al suo ingresso è posto un cancello con lucchetto. Jasmina Ceranic di Cetinje, alunna della scuola di speleologia, ha detto che questa grotta è stata data in affitto a degli sloveni ed in corso è la preparazione per l’apertura. Prima che gente "competente" mettesse il lucchetto alla grotta Lipska, un giornalista di "Vijesti" ha goduto nel suo tesoro nascosto. Tra l’altro ci sono decorazioni rupestri di grande bellezza e, ce ne sono alcune che, secondo le parole degli speleologi non è possibile trovare in qualsiasi altra struttura simile. La Lipska appartiene al gruppo di grotte a strati, perché ha un sistema molto sviluppato di canali. Il canale principale dove scorreva una grande quantità di acqua ha perso le funzioni di base, poiché l'acqua ha trovato un flusso inferiore e si è spostata leggermente sotto creando nuovi canali. Fino ad oggi sono stati esplorati oltre 3,5 chilometri di canali di grotta, compresi i suoi canali d’ingresso, la Sala Njegoševa, la Sala di cristallo, e un corridoio con massi di pietra. Già dall’ingresso della grotta si nota che essa è stata visitata e ci si è presi cura di essa. L'interno della grotta, già da prima della prima guerra mondiale, è stato  modificato in modo che si possano vedere le scale di pietra, sentieri, e dentro si è costruito un “guvno”. Posto nella galleria grande (Velika galerija) con una piscina d'acqua su cui è stato costruito, il guvno è particolarmente interessante. Nella grotta Lipska ci sono corsi d'acqua che sono in alcune parti più profonde, e da altre meno profonde, ma in nessun caso pericolose. In alcuni punti si sente il flusso d'aria, che è l'indicazione che ci sono canali della grotta dove la ricerca può essere in grado di elaborare nuove aperture, e scoprire nuovi canali.

Megara

Nel quartiere di Podgorica Tolosi, nel massiccio di Velje brdo, c'è la grotta Megara, uno degli oggetti speleologici più interessanti in Montenegro. L’apertura della grotta è visibile dalla strada, ma l'ingresso ad essa è stato abbandonato, ma ciò viene dimenticato quando si arriva "faccia a faccia" con le decorazioni di questa grotta che lasciano senza fiato. Le sale della Megara presentano irreali e bellissime stalattiti e stalagmiti. La prima ricerca nella Megara fu eseguita dal prof. Dr. Jovan Petrović e i suoi soci nel 1962. Petrovic ha dato il nome a questa grotta per le sue caratteristiche "Grotta di magia e di terrore." Tre decenni più tardi suggestiologo di Andrijevica Vidak Jukic, ha cercato di trasformare la Megara in un centro per la ricerca e l'applicazione della medicina alternativa. Egli ha sostenuto che questa grotta è molto adatta per il trattamento di asma, malattie respiratorie, disturbi neuropsichiatrici, e inoltre allevia molti problemi. Dei lavori di adattamento alla Megara sono l'unico tentativo di valorizzazione questo edificio speleologico  negli ultimi decenni in Montenegro, ma quando i lavori sono stati portati a termine sono iniziati i problemi intorno alla realizzazione di questo progetto. Il nome di questo oggetto ha portato a molte controversie. Alcuni la chiamano Magara, sostenendo che è stato chiamata così perché i cittadini del villaggio rinchiudevano in essa gli asini (magarad) , e alcuni dicono che sia a causa degli eventi magici relativi a quella grotta. Invece Jukic le ha dato il nome Megara per la scuola Megarska tenuta dall’allievo di Socrate Euclide.

Grbočica

Su di un sentiero invaso dall’erbaccia che è stato segnato in più punti da una cupola in pietra si arriva alla grotta Grbočica nel villaggio di Trnovo. L’ingresso alla Grbočica è nascosto da una folta vegetazione, girato verso nord-est e di forma orizzontale, con un’altezza di 2,7 metri e una larghezza di 9,5 metri. Finora sono stati esplorati 693 metri di questo oggetto speleologico. Dall'ingresso al punto più basso della grotta la differenza di altezza è di 19 metri. L'area di ingresso della grotta è una zona fossile, e poi è divisa in due livelli costituita di una rete di canali e corridoi. Sia i livelli inferiori sia quelli superiori della grotta sono in un certo stadio di evoluzione morfologica. Il livello inferiore è quello più giovane e la sua funzione idrografica è più attiva del livello superiore. Il livello superiore è rimasto privo di caratteristiche idrografiche ed è nella fase di costruzione dei suoi gioielli speleologici ha spiegato speleologo Milos Pavicevic. Quasi l’intero interno di Grbočica, che si trova nella zona del Lago di Scutari, è ricco di ornamenti di grotta e di forme incredibili.

Grotta Mačja

Nel zona di Zatrijepča, sopra il canyon del fiume Cijevna, vi è la Mačja grotta. Anche se non è grande, le decorazioni che contiene possano  confrontarsi con qualsiasi grande grotta, dicono gli esperti di grotte in Montenegro e nella regione. Sopra il canyon del Cijevna si raggiunge la grotta dopo una camminata di mezz'ora attraverso un sentiero ordinato. E’ stata interamente esplorata, e gli speleologi dicono che i gioielli di caverna che vi si trova nella grotta Mačja sono estremamente preziosi. Quando si entra nelle sue stanze diventa chiaro perché tesoro il di questa caverna è così ben conosciuto. Stalattiti e stalagmiti di forme che solo la natura sa scolpire. Bellezza, pace, tranquillità, e nasce la domanda se proprio in quella stanza sia stata salvata la vita di qualche pastore che la tempesta ha trovato lontano da casa, vi porteranno indietro nella sua corte.

Žmrljevica

A sei chilometri da Rijeka Crnojevica, a Pavlova strana, vi è la grotta Žmrljevica. Dalla strada locale a Žmrljevice si arriva con sentiero molto ripido e ricoperto di vegetazione. Questa grotta si trova a 110 metri sul livello del mare, e il suo ingresso è largo 8,3 metri e alto 2,3  metri, rivolto verso est. Žmrljevica d’inverno è piena d'acqua, e si asciuga in estate, il che la classifica tra le grotte periodiche di fiume. Questa grotta è rappresentata da un canale di circa 150 metri di lunghezza, che è molto ricco di ornamenti di grotta. Al metro 150 si trova un lago dopo di che è seguito da un canale verticale. Nasconde un gamma variegata di decorazioni, scolpite nei secoli. Le grotte Žmrljevica e Grbočica, appartengono al Parco Nazionale del Lago di Scutari.

Fonte: www.vijesti.com