I sentieri di montagna del Montenegro

A A A
Tasso >

A tutti coloro che scelgono di scoprire vari angoli del Montenegro si offre una manciata di sentieri che portano a luoghi la cui bellezza è mozzafiato.

Se non si  è disposti ad accettare la possibilità che dopo la prima collina che nasconde la vista sia distesa immensa vastità di percorsi che portano a nuove colline, montagne, picchi ... si rimarrà affamati della bellezza che lo circonda. Si perde la possibilità di godere la vista dei paesaggi magici, visibile solo a coloro che escono fuori dalla macchina, si infilano gli scarponi, mettono un paio di cose nello zaino da alpinismo e si armano di buona volontà.

Per coloro che sono disposti ad attraversare a volte decine di chilometri per vedere ogni angolo nascosto del loro paese, escursionisti o camminatori, è uguale come li chiamiamo. A tutti coloro che scelgono di scoprire vari angoli del Montenegro si offre una manciata di sentieri che portano a luoghi la cui bellezza è mozzafiato.

Noi che, passeggiamo attraverso i sentieri del Montenegro non riteniamo necessario spiegare perché facciamo gl alpinisti, semplicemente, qualcosa ci attira là. Ci invita a voler sempre vedere più e più volte come il cielo tocca la cima di una montagna vicino alla nostra mano o che da quella cima guardiamo la le nuvole sotto di noi.

Rebecca Solnit ha scritto che "la questione di come e perché decidiamo di andare da qualche parte si attenua soprattutto nelle escursioni a piedi, in cui si aumenta il peso specifico," e forse per questo rimangono senza risposta. La sezione Top 10 di "Vijesti", questa volta presenta 10 trekking tour, e consiglia, naturalmente di essere accompagnati da guide obbligatorie, passate o semplicemente sperimentate. In questo numero vi presentiamo i primi cinque.

Grebaja - Volušnica - Popadija

Grebaje Valle è una valle di montagna circondata da picchi Vezirova brada, Karanfili, Volušnica, Podgoja, Karaula. Fino a questa valle, uno dei paesaggi più fiabeschi del Montenegro si arriva con la strada asfaltata da Plav a Gusinje - 12 km, e quando ci si trova in Gusinje fino a questa valle vi separano altri 7 chilometri.

Escursione a piedi a Grebaje - Volušnica – Popadija sono un'etichetta delle escursioni T3 che le mette tra i tour difficili, comunque, spesso ai frequenti ospiti del massiccio delle Prokletije questo tour serve come preparazione per i più ardui in questa parte delle Prokletije.

Un sentiero segnalato parte dal rifugio "Radnički" attraverso boschi di faggio e esce sul pascolo Volušnice un altopiano a 1650 metri sul livello del mare, che è in realtà un circo glaciale, con flussi abbondanti. Da questo pascolo inclinato verso sud lungo il roccioso sentiero sul pendio che porta alla cima del circo, e poi verso la cima Volušnica a 1879 m di altezza slm. Dalla cima di Volušnica, mantenendo il picco della cresta a ovest si va verso l’ovest fino alla cima Popadije 2056 m. slm. Sulla cima Popadije passa il confine con l'Albania.

Bare Bojovića - Kapetanovo lago - Manito lago - Stožac

Se si va in direzione della miniera di bauxite Nikšić, e poi si continua con la stretta, tortuosa, strada asfaltata attraverso le valli, le colline e la zona rocciosa, dopo pochi chilometri si raggiunge Bare Bojovića a 1.500 m. n. v

Da Bare Bojovića, ampia vallata circondata da vette e punteggiata da insenature i passi vi porteranno, se andate avanti per circa 5 chilometri e superate la quota di dislivello di 170 metri sul livello del mare, al Kapetanovo lago. Si trova ai piedi delle montagne Morača a 1678 m. n. v ed è stato così chiamato in onore del capitano Mušović.

Questo chiaro lago, con colore il verde che riflette le rocce e le cime che lo circondano, attira i sospiri dei visitatori. Dalle casette in legno ad est accanto al lago Kapetanovo, il sentiero porta a sud-est, lungo i pendii verdi fino al lago Manito, che è a 1764 m slm.

Dal Lago Manito, che ha una lunghezza di circa 220 m, circa 140 m di larghezza e 13 metri in profondità si continua nella stessa direzione, sul sentiero pastorale, poi attraverso le pendici della gola Mliječno ždrijelo fino a Stožac 2141 m slm. Questo tour si posizione tra quelli impegnativi.

L’area vicina ai laghi Manito e Kapetanovo e sui massici della catena montuosa Morača e Maganik è una delle più belle gemme nascoste della natura del Montenegro.

Laghi Bukumirko - Štitan - Surdup

A circa 45 chilometri da Podgorica, attraverso Kržanje, Kastrat, Bljuštur si trova l’impressionante lago Bukumirsko sopra del quale si innalzano orgogliosamente i picchi Pasjak, Štitan, Velji vrh e Surdup.

L’inizio del tour dei laghi Bukumirsko - Štitan - Surdup è dalla riva del lago con 1448 m.slm. Anche se le salite Štitan e Surdup non sono tecnicamente impegnative, coloro che sono un po’ pronti meno fisicamente, si consigliano di stare sulla riva del lago Bukumirsko. Il sentiero è segnalato, con una lunghezza totale di circa 7 km in una direzione, e che supera il dislivello di circa 1.000 metri. Dal lago si sta muovendo verso sudest, tra Torač e Pasjak.

In un primo momento, si attraversano pascoli, katuni, e poi in seguito con un breve tratto del sentiero che si snoda attraverso il bosco, e poi con strette valli, a cascata su Mijićev do col quale si arriva al Jezerce a 1773 m. slm, e l'intersezione tra Štitan e Pasjak. Da Jezerca continuare attraverso pietre e una vasta zona di ghiaia e si giunge alla sella  Štitan a 2024 m. slm, e quindi ad un ripido pendio erboso in cima alla Štitan a 2172 m. slm.

Dalla cima della Štitana si va sulla cresta ad ovest, il percorso scende fino alla sella tra il Surdup e Štitan che è a 2005 m. slm e il ripiano erboso sul versante meridionale di Surdup, per salire sulla cima la quale si trova ad un'altitudine di 2184 m. slm ed è la cima più alta della montagna Kučke krajine.

Grebaja - Sjeverni Karanfil

Dalla valle Grebaje dal terzo prato di Grebaje inizia il percorso che porta ai picchi Prokletije. La salita invernale del Karanfil è la più estrema nella nostra zona, e di solito è consigliata solo ai fisicamente più preparati e ai più esperti escursionisti.

Il punta settentrionale di Karanfil (MajaBals) di altezza di 2 460 m, da dove il sentiero inizia è a 1158 metri sul livello del mare. Con il sentiero segnato con i suoi meandri si esce accanto  Gvozdeni vrh (Maja Herkurit) nel circo glaciale Krošnje. Al centro del circo, nelle piastre di pietra è il rifugio per più persone chiamato Pečurka . Da Pečurka si continua con la ripida salita attraverso l'area di ghiaia che è in gran parte dell’anno sotto la neve e si arriva alla sella Krošnjina glava a 2.165 m. slm.

In questa sezione si attraversa una roccia difficile che richiede eccezionale concentrazione e cautela, ma quando si attraversa questo ostacolo e vi si aprirà, una fessura tra due rocce, la vista del montenegrine e albanese Prokletije, Rapojana valle, che vale ogni goccia di sudore che si deve lasciare egli sforzi che i vostri muscoli hanno subito. Dalla sella Krošnjina vrata lo spostamento verso la cima richiede maggiore attenzione.

A destra della sella si trova la molto scomoda e sporgente roccia sotto la quale vi è l'abisso di 800 metri e le valli Rapojane. Da qui, con i ripidi pendii del versante meridionale del picco si evita massa di cima del Karanfil e un sentiero segnalato conduce a Sjeverni vrh. La discesa richiede doppia attenzione e una maggiore abilità e prudenza, in quanto il ripido pendio di rocce rende l’atterraggio difficile.

Prutaš - Škrka

Il massiccio del Durmitor è l'ideale per gli escursionisti, alpinisti e per chi si vuole 'perdere' nella grande bellezza naturale. Uno dei tour che sono di fronte a voi, se vi trovate al Durmitor è il Prutaš - Škrka. Il sentiero parte da Todorov do e non è tecnicamente impegnativo, verso Prutaš essendo tra le vette più alte del Montenegro. Per il fascino di Prutaš e il fatto che non è difficile salirci, raggiungere a piedi la cima è un vero piacere.

Dalla cima Prutaš, che è 2.393 m. slm si affaccia la vista sul Planinic, Bobotov kuk, colline, Treskavac di Piva, poi le cime di Maglić, Bioče e Volujk, villaggi Trsa e Nedajno. In lontananza si può vedere il Ljubišnja. Dalla cima un ripido sentiero conduce attraverso Prutaški do a Škrčka laghi situati al di sotto della vetta più alta del Durmitor, il Bobotov kuk. Il lago Veliko si trova a 1.686 m e il Malo a 1.711m di livello sopra del mare.

A causa della loro stupenda bellezza l’area Škrke è considerata il cuore del Durmitor, e per le sue acque color smeraldo è un’estremamente attraente ambiente naturale, si ritiene che coloro che non "conoscono" i laghi Škrčka non possano dire di conoscere la bellezza del Montenegro.

 Fonte: www.montenegro.travel