Dai un voto >

Sulla rupe ripida di Ostroška Greda, tra Nikšić e Danilovgrad, in alto sopra la pianura di Bjelopavlići e il tranquillo fiume Zeta, si trova il Monastero di Ostrog.

Anche se le fondamenta di questo monastero furono gettate da alcuni monaci, il suo vero fondatore è considerato San Basilio di Ostrog (Vasilije Jovanović), il Vescovo metropolita di Zahumlje in Erzegovina che venne qui nel XVII secolo dal monastero Tvrdoš (Trebinje). Il complesso del monastero è costituito dal Basso e Alto monastero. La posizione impressionante è quella del monastero Superiore, con due piccole chiese sotterranee, inserite nella roccia ripida: una fu costruita nell'anno 1665 e affrescata nell'anno 1667, mentre nell'altra (non si sa esattamente quando fù costruita), anch'essa affrescata, si conservano i resti di San Basilio. San Basilio fu un grande asceta, guaritore, e gli si attribuiscono poteri miracolosi, ed allo stesso tempo fu un forte difensore e protettore del suo popolo, il suo giuramento più grande. Il credere nel potere miracoloso del suo corpo ha contribuito a far si che questo luogo divenisse uno dei luoghi di pellegrinaggio più visitati in questa regione. Qui arrivano i fedeli di tutte le religioni da tutte le parti del mondo, cercando lì cure per l'anima e per il corpo.

Comments (0)