Dai un voto >

Ai piedi della collina Sveti Ilija ( 873 ), di fronte allo stretto di Verige e nel punto dove si dividono le baie di Kotor e di Risan , è situata la cittadina di Perast . Per quanto si sa , è il più antico insediamento sulle rive della baia di Bocche di Cattaro. I resti trovati della cultura neolitica (3500 anni  AC), oltre a numerosi reperti archeologici, evidenziato del continuo insediamento dai tempi illirici, romani e paleocristiani fino a oggi.

A Perast, con un fenomeno raro e meraviglioso, possiamo osservare l’insieme della città, delle isole e del mare . Questi elementi sono uniti sia nella dimensione fisica sia in quella spirituale della città. La vita di Perast si svolge attraverso tutti e tre gli elementi contemporaneamente . Le specifiche forze e l'unicità dell’insieme nascono dal forte conflitto tra la città e il mare. La loro relazione è messa particolarmente in evidenza nelle due isole, anch’esse in reciproco contrasto. In questo dialogo tra la città e il mare si riconosce la dualità e la simbologia di due principi fondamentali - la roccia e l'acqua. Quello che fa di Perast una città, indipendentemente dalle sue dimensioni , non è solo un gran numero di edifici di carattere pubblico (chiese, cappelle, palazzi, l’Arcidiocesi, l’ex comune, il tribunale,  una chiesetta e una caserma dei vigili del fuoco), ma anche il sofisticato livello della struttura urbana. Proporzioni,  ritmo e dimensioni degli edifici contraddistinguono una zona urbana, soprattutto nelle zone costiere.

 

Comments (0)